Tutto Bici
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Scheda Tecnica

Telaio: Carbonio
Cambio e leve: Shimano Ultegra
Reggisella: Ritchey
Attacco e manubrio: Ritchey Rxis
Ruote: Ffwd in carbonio,
Mozzi: Dt Swiss
Sito: www.olmo.it

Bicicletta da strada in carbonio monoscocca a triplo spessore con resine epossidiche Nanotech Matrix, che garantiscono leggerezza e solidità. Pensata per chi ama il triathlon e adatta alle più dure competizioni su tutte le distanze dove è consentita la scia. Una specialissima che prende il nome dalla storia di questa azienda: è il 1924 e Giuseppe Olmo, detto Gepin, ha solo tredici anni quando con tutte le sue forze insegue in volata i due ciclisti Girardengo e Olivieri durante l’allenamento; quella prova di tenacia cambierà per sempre il suo futuro. Un futuro che Olivieri vede splendere chiaro negli occhi di quel ragazzino di Celle Ligure, tanto da chiedere al padre di Gepin di poter allenare suo figlio e farne un campione.

Telaio e forcella

Interamente in carbonio monoscocca HMX resine Epoxy Matrix Nanotech che conferisce al telaio non solo una grande resistenza alla fatica, ma anche un’elevata reattività ai cambi di ritmo senza penalizzare il comfort . Peso da vera campionessa, che si ferma a 1.030 g per il telaio e 360 g per la forcella; un’elevata scala di taglie consente la personalizzazione necessaria quando si gareggia, di fatto si passa da 480, 510, 540, 570, fino alla 600. La prima cosa che colpisce guardandola è la numerosa varietà di diametri e forme delle varie tubazioni, tutte sapientemente assemblate dopo numerosi test in laboratorio e in strada. Il risultato vede un triangolo posteriore decisamente leggero e allo stesso tempo funzionale, con pendenti e carro strutturalmente contrastanti, con i primi di forma classica e decisamente piccoli di diametro, mentre i secondi a foderi piatti nella parte del movimento centrale per poi ridurre la propria circonferenza giunti ai forcellini. Il piantone tra tutte è la tubazione meno ricercata, in termini estetici, ma i suoi spessori differenziati garantiscono allo snodo del movimento grande rigidità, così come la generosa forma e consistenza del tubo obliquo, a lama nella parte sottostante e piatta in quella superiore. Rigida e funzionale la tubazione dello sterzo, la forcella a foderi piatti, realizzata con la testa decisamente sovradimensionata, irrigidisce a favore della guidabilità l’intero complesso.

Giudizio

Una vera guerriera, nata per le competizioni, sempre pronta quando si cerca il rilancio violento; il suo ottimo peso la rende una valida alleata in salita, così come in discesa, sempre composta e precisa in curva. Le fibre in carbonio garantiscono elevato comfort anche dopo molte ore.