Risultati
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

580 atleti si sono presentati ieri mattina sulla start line del Campionato Italiano di Triathlon Medio a Lovere, curato da EcoRace Events. Un numero così alto di partecipanti per questa rassegna tricolore non si vedeva da diverse edizioni e la soddisfazione del comitato organizzatore è stata piena.

Da poco archiviate le emozioni di Iseo con la Coppa del Mondo di paratriathlon e il triathlon olimpico, la macchina organizzativa di EcoRace Events è nuovamente stata all’altezza delle migliori aspettative della vigilia.

Con 22° in acqua e muta facoltativa, sono le donne a rompere gli indugi e ad accendere gli animi della rassegna tricolore. La frazione natatoria vede Silvia Colussi del Reaction e Beatrice Barba per il Feralpi Triathlon a guidare il gruppo, con Monica Cibin per il Triathlon Novara e Martina Dogana del Forhans ad inseguire poco distanti. Più staccate seguono in gruppetto compatto Sara Tavecchio de Erika Csomor. Gli 84 km di ciclismo vedono un testa a testa serrato tra Monica Cibin ed Erika Csomor, capace di recuperare il ritardo accusato nella frazione natatoria. Paga un pochino invece Martina Dogana che non riesce a tenere le frequenze delle prime e accusa gradualmente un ritardo che sarà piuttsto consistente in T2. Al cambio entra per prima Monica Cibin, con poco meno di un minuto sulla portacolori ungherese del Forhans Team. Attardata invece Martina Dogana che non trova le giuste sensazioni e inizia a correre con oltre 5’ dalle battistrada. Al termine del secondo dei cinque giri previsti per l’ultima frazione, l’ungherese riesce ad agganciare Monica Cibin e si porta in testa alla gara. Quella di Erika Csomor è una progressione continua che la porta a tagliare il traguardo per prima con il crono di 4h43’47”. Alle sue spalle Monica Cibin sceglie di gestire la seconda piazza, che le vale un prestigioso titolo italiano sulla distanza, il secondo della stagione dopo quello di triathlon cross (4h45’02”). Terza sulla finish line è Martina Dogana, argento della classifica valida per l’assegnazione del titolo tricolore (4h47’31”).
A completare il podio del campionato tricolore è Cristina Sironi del CNM Triathlon.


La gara maschile si apre con due dei favoriti subito in testa nella frazione di nuoto. Alberto Alessandroni e Mauro Pera dettano il ritmo in acqua, mentre accusa un ritardo consistente Massimo Cigana, altro grande favorito di giornata.
In bicicletta Alessandroni scatena gli entusiasmi del team delle Fiamme Oro e del pubblico di Lovere, con una frazione imperativa e solitaria, alla quale nessuno degli avversari sembra essere in grado di rispondere. Alle sue spalle ci provano Federico Incardona e il solito Massimo Cigana, che sulle due ruote riesce a ridurre drasticamente il ritardo accumulato nel nuoto. In T2 Alessandroni entra con un vantaggio strepitoso di oltre 11’ su Cigana e quasi 12’ su Incardona. I 21 km della frazione podistica sono per Alberto una lunga passerella che riesce ad amministrare con una certa tranquillità e che lo porta a vincere il Titolo Italiano di Triathlon Medio 2015 con il crono di 4h8’25”. Alle sue spalle la lotta tra Cigana e Incardona è entusiasmante. Cigana si rende protagonista di 21 km corsi molto forte e con un parziale di 1h14’16 fa propria la medaglia d’argento con il crono finale di 4h11’02”. Il podio è completato da Federico Incardona con 4h14’47”.


Lovere è stata, ancora una volta, la cornice perfetta e suggestiva di un evento che ha trovato palcoscenico naturale nella bellezza signorile di questo rinomato centro di villeggiatura dell’alto Lago di Iseo. EcoRace Event chiude questa rassegna tricolore con un nuovo grande successo e con la conferma di una capacità organizzativa che cresce ad ogni nuovo evento e si impone tra le migliori del panorama nazionale.

RISULTATI