903 gli iscritti al 26° Triathlon e Paratriathlon Sprint di Andora, in rappresentanza di 13 regioni italiane oltre a Francia, Inghilterra e Cile.
Appuntamento per domani in provincia di Savona con la 26^ edizione dell'Andora Race: a spiccare il volo dal Parco delle Farfalle saranno ben 903 partenti, nonostante la sempre maggiore offerta di gare in calendario per quello che sta diventando letteralmente l'imbarazzo della scelta. Perché, si sa, i triatleti premiano volentieri il livello tecnico e quello di Andora, gara Rank Gold, assicura uno spettacolo indimenticabile. Pronti a tuffarsi alle 14.00 dalla spiaggia della Fondazione Sacra Famiglia antistante il famoso Parco delle Farfalle ci sono loro: primo tra tutti il britannico Raoul Shaw, già vincitore nel 2014 e secondo lo scorso anno, tenuto d'occhio dall’agguerritissima pattuglia francese di Andrè Thomas, terzo nel 2014 e 2016, Julien Pousson, Raphael Montoya, Moosbrugger Maxime, Berland Arthur, Pierre Boris, Stapley Max, Passemard Baptiste, Georgenthum Paul, tutti ottimi atleti, alcuni molto giovani, che hanno ottenuto in questi anni significativi risultati a livello internazionale. Per quanto riguarda gli italiani a giocarsi piazzamenti prestigiosi ci sono Massimo De Ponti, Bruno Pasqualini, Stefano Intagliata, Davide Bajo, Riccardo Mosso, Kristian Brossa, Enrico Ferlazzo ed Elia Mozzachiodi. In campo femminile grandi favorite le francesi Mathilde Gauthier, seconda nel 2015, Periault Leonie, Justine Guerard, Duquense Juliette e Sandra Dodet, mentre tra le italiane più accreditate ci sono Alessia Orla, seconda lo scorso anno, Vittoria Bergamini, Francesca Ferlazzo, Sara Fusconi, Ilaria Zavanone, Cecilia Colombo e Francesca Ravarotto.

Appuntamento domenica 30 aprile a Cremona con TRYtoTRI, la gara tutta ‘in rosa’ per il Triathlon al femminile, in concomitanza con i Campionati Italiani di Triathlon Giovani Crono a squadre.
Un nuovo passo avanti della Commissione Donne, con l’organizzazione di una gara dal format tutto rosa dedicata esclusivamente alla partecipazione femminile, non solo per gareggiare, ma anche per incontrarsi in una giornata di sport e fare bella pubblicità al mondo della triplice. L'idea, coma racconta Veronica Signorini, rappresentante della Commissione Donne Fitri assieme a Martina Dogana, Federica Zanda e Antonella Salemi, è far passare il messaggio che il triathlon non sia uno sport per soli superuomini, incentivandone la pratica anche fra le donne, facendolo conoscere e amare quanto merita. Gareggiare, divertendosi: Massimo Ghezzi, presidente della Stradivari Triathlon Team, ha accolto la proposta ed ecco nascere a Cremona un triathlon a dimensione rosa, gara promozionale dedicata alle sole donne, singole o in staffetta, con partenza da Piazzale Atleti Azzurri d'Italia, e da correre sulle distanze supersprint di 300m a nuoto, 6 chilometri in bici e 2 di corsa. Tre grandi campionesse di altri sport della scena olimpica come testimonial, a dimostrare che il triathlon è per tutti: confermata la presenza di Ilaria Bianchi (5ª nei 100 delfino a Londra 2012) e Sara Galimberti. Presente Marta Cavalli, recente vincitrice della Milano Sanremo, che sarà componente di una speciale staffetta tutta cremonese insieme alla campionessa di nuoto Giulia Verona. Ma non mancheranno anche le protagoniste della triplice: assicurata la partecipazione di Anna Maria Mazzetti e Angelica Olmo. Inserito in un contesto sportivo importante come il weekend della Coppa Crono Giovani con l'assegnazione dei titoli tricolori a squadre, il TRYtoTRI punta anche alla solidarietà e parte del ricavato sarà devoluto all'associazione Aida, che opera sul territorio cremonese e che aiuta le donne vittime di violenza, così come al progetto "Fare Legami", che si occupa del reinserimento nella società di persone in difficoltà. E per un evento a tutto tondo, la riuscita del TRYtoTRI sarà supportata dalla presenza di chioschetti, street-food e della migliore musica. Per divertirsi come a una festa. La festa del triathlon in rosa.

I grandi brand del settore scelgono CosmoBike Show 2017Shimano Italia, Merida Italy, Ktm e altri marchi d'eccellenza pronti a incontrare gli operatori professionali e il pubblico di Veronafiere.
In programma dal 15 al 18 settembre a Veronafiere, la terza edizione di www.cosmobikeshow.com riceve l'adesione da parte delle migliori aziende e dei più accreditati opinion leader del settore. L'intento è comune ed è quello di creare un'immagine nuova della bici, diffondendo una rinnovata cultura delle due ruote. Per Shimano, ad esempio, la mission è quella di fornire componenti di altissima qualità con alte prestazioni per ogni target d'utenza: non solo lo sport come obiettivo, ma anche i valori della mobilità sostenibile, con l'auspicabile conseguente diffusione di un nuovo stile di vita più eco-compatibile. Ed è proprio nell'ambito della rassegna veronese che potrete toccare con mano le novità 2018. Addetti al settore, consumatori appassionati o "anche solo" cicloamatori, CosmoBike è ciò che fa per ognuno di voi e ciò che fa per le grandi aziende. Nel confronto con i futuri clienti prima ancora dei vostri preziosi feedback c'è l'inestimabile valore dell'ascolto delle vostre esigenze per un mercato che offra prodotti letteralmente cuciti addosso alla vostra identità in sella. Ma oltre a Shimano, news anche dal mondo Merida e KTM, con l'anteprima dei modelli 2018 proprio durante la fiera, che con il suo bacino d'utenza e la sua capacità attrattiva diventa un'ineguagliabile strumento di marketing aziendale.

Il 27 aprile #ChallengeVenice e i comuni dell’entroterra si presentano e tra gli ospiti anche "El Diablo", l’ex pro del ciclismo Claudio Chiappucci, chiamato a testare il tracciato della seconda frazione.
In programma dalle 19.00 di giovedì 27 aprile presso l'Hotel Villa Fiorita di Monastier di Treviso “#ChallengeVenice2017 incontra i comuni dell’entroterra”, una serata dedicata alla presentazione della partnership tra il territorio interessato dalla frazione di ciclismo e gli organizzatori della seconda edizione del triathlon full distance di domenica 11 giugno: attesi i rappresentanti di sei comuni toccati dal passaggio della gara ovvero Marcon, Quarto d'Altino, Roncade, Meolo, Monastier e San Biagio di Callalta. Saluti, interventi, un breve filmato dell'edizione 2016 e l'anteprima della prossima che verrà, con un focus sul percorso bike. Tra i molti ospiti - partner dell'evento, giornalisti, appassionati e collaboratori della manifestazione - anche l’ex ciclista professionista Claudio Chiappucci, di ritorno da un test con partenza alle ore 16.00 e che vuole essere una pedalata promozionale lungo il circuito di 47 chilometri della frazione di bici, in gara da ripetersi tre volte. Già protagonista, assieme a un atleta ebreo e uno di fede musulmana, dell'iniziativa "Staffetta della Pace" al triathlon Israman dello scorso 27 gennaio a Eilat, in Israele, manifestazione gemellata con Challenge Venice, Chiappucci chiuderà la serata presentando il proprio libro dato alle stampe poche settimane fa. 

Altri articoli...