Aspettando lo share della nuova puntata: domenica 23 aprile, alla gara TrinacriaHalf 113 Triathlon in scena nei luoghi del Commissario Montalbano.
Da Stati Uniti, Norvegia, Inghilterra, Olanda, Malta e Svezia: la nuova stagione del triathlon si apre a Santa Croce Camerina, in provincia di Ragusa, con un'inedita puntata in puro stile "Commissario Montalbano" per la quale 250 atleti, tra cui molti stranieri, sono già stati "scritturati". Il TrinacriaHalf 113, triathlon su distanze del mezzo Ironman organizzato dal Multisport Catania Team, porterà chi normalmente ne è solo spettatore a percorrere da protagonista i luoghi della fiction tanto amata dagli italiani. Partenza con la frazione di nuoto da Punta Secca, per poi avvicinarsi in bicicletta a Punta Braccetto, procedere verso il centro di Santa Croce e infine tornare a Punta Secca. La corsa invece, partendo dalla Piazza Faro, si snoderà a est verso Casuzze con il suggestivo passaggio all’interno del Parco archeologico di Kaukana per un gran traguardo tutto reale, proprio sotto quella che nella finzione è la casa del Commissario Montalbano. No, non è uno scherzo: il Multisport Catania non "babbia" ("scherza", ndr) su queste cose ma con il TrinacriaHalf 113 fa proprio sul serio. Camilleri approva. Aspettando di scriverne il finale.

Organizzato presso la Cittadella dello Sport "Ferriere Sport Camp" in provincia di Piacenza e in scena fino a domani, 16 aprile, il Raduno ‘Open’ Multisport nell’ambito del Progetto Cross Triathlon vuole essere un’opportunità per mantenere vivo l’interesse nei confronti della disciplina. Un raduno che si prefigge come obiettivo primario l’ampliamento del vivaio del Cross, partendo dai giovani ma puntando anche al coinvolgimento di fasce di età superiori e atleti di caratura non esclusivamente olimpica. Presenti al Raduno il responsabile del settore multisport Alessandro Alessandri e il tecnico federale Massimo Galletti, che ricordano che il Progetto Cross Triathlon prende il via ufficialmente con questo raduno ‘open’ a cui sono stati invitati gli atleti che hanno vestito la maglia azzurra nelle competizioni internazionali e che hanno partecipato ai progetti dedicati al triathlon off-road, quanti si sono distinti nelle gare in fuoristrada nella stagione 2016, i giovani interessati a questa disciplina e i loro tecnici, ma anche gli atleti delle altre categorie con il triathlon in MTB come obiettivo sportivo. Fino a domani atleti e tecnici saranno impegnati in allenamenti, Team building, briefing tecnici, condivisione del Progetto Attività Cross 2017-2020 e spiegazione dei criteri di selezione e metodi di lavoro.

E’ semplice ed è chiara la promessa lanciata da Bike Channel quando propone la partecipazione, dal 19 al 25 Aprile, alla prima Bike Academy dedicata al Triathlon.
Ad ospitarla sarà il Laguna Chia Resort in Sardegna “…una scuola alla portata di tutti, dove si respira la voglia di allenarsi con lo stesso obiettivo: migliorare le proprie performance in un ambiente denso di professionalità sportiva e di sano divertimento.” E non potrebbe essere altrimenti visto vista la presenza di Sergio Contin come coach, di Alessandro Fabian e di Jan Frodeno che affinerà il suo allenamento per il “Chia Sardinia” gara in programma il 23 sulla half distance.

Leggi tutto...

Un mosaico di emozioni al Triathlon Sprint di Oderzo con i "Bambini Terribili... for a Smile": partecipa anche tu perché la società organizzatrice possa devolvere 1 euro della tua quota d'iscrizione all'iniziativa benefica.

Ci sono anche loro! Nuova preziosa tessera del mosaico di emozioni dell'Opitergium Triathlon di Oderzo, città archeologica dei Mosaici, sarà la presenza dei "Bambini Terribili... for a Smile". I ragazzi, tutti in età pediatrica - tra i 5 e i 14 anni - e iscritti alla Polisportiva Terraglio (Centro Sportivo e di Riabilitazione di Mestre), dimostreranno che con l'impegno e l'allenamento le disabilità psico-motorie sono un limite superabile. 14 di loro, affiancati da tanti amici tra cui Alberto Casadei, Marco Nicoletti, Marco Dalla Venezia, Jacopo Maria Righetti, Alberto Ongaro e Stefano Rossi, e accompagnati in primis dal coordinatore del progetto benefico, il dott. Pier Luigi Righetti (triatleta nonché Psicologo e Psicoterapeuta del Dipartimento Materno-Infantile dell'Ospedale dell'Angelo di Mestre-Venezia), si stanno allenando per affrontare in staffetta il Challenge Venice del prossimo 11 giugno, gara sulla distanza full. Si alterneranno per alcuni tratti al fianco di Pier Luigi, pedalando insieme a lui su di un tandem e accompagnandolo in carrozzina nel corso della maratona finale. Nel frattempo, scelgono come riscaldamento il 5° Triathlon Sprint "Città di Oderzo" del 21 maggio, gara Rank perfetta per l'esordio stagionale con il suo nuoto nella vasca esterna della piscina della cittadina archeologica in provincia di Treviso. Protagonisti di una staffetta a tre la mattina della manifestazione, saranno presenti nell'arco della giornata con un gazebo per promuovere la loro iniziativa. E per l'occasione, la società organizzatrice, la ReAction Triathlon, ha deciso di devolvere alla "Bambini Terribili... for a Smile" 1 euro per ogni iscritto. Partecipa anche tu oppure dai il tuo contributo attraverso la RETE DEL DONO per la raccolta di donazioni e beneficenze finalizzate all'acquisto di attrezzature per la riabilitazione e la pratica sportiva di giovani atleti disabili.

TriathlonOderzoTriathlete

Altri articoli...